27 settembre 2012

Terra d'ulivi - Lugano


''Terra d'ulivi''
Mostra Internazionale di Arte Postale
14 – 28 ottobre 2012
a cura di Fedra Rachouti e Nikos Rachoutis.

Domenica 14 ottobre 2012 alle ore 18.00 verrà inaugurata la mostra internazionale di arte postale ''Terra d'ulivi'' presso ERGO Art lab, via alla Campagna n. 22 a Lugano.
Si tratta di una mostra organizzata dall'atelier artistico culturale ERGO Art Lab in collaborazione con Evian Centre of Arts, la Comunità Ellenica del Canton Ticino e l'Associazione culturale studentesca ''Il Letterificio'' dell'Università della Svizzera Italiana, nell'ambito della quarta edizione del ''Mese della Cultura'' della città di Lugano.
Partecipano 200 artisti provenienti da 28 paesi con piccole opere di arte postale ispirate dal sacro albero d'ulivo.
La serata di apertura sarà accompagnata dall'esibizione musicale del quartetto di clarinetti con i musicisti Petr Michalec, Renata Rakovà, Oleksandr Sternat e Claudiu Marius Danciu.
L'obbiettivo della mostra è lo sviluppo del dialogo interculturale attreverso l'arte in ogni luogo dove cresce l'ulivo, sia come albero oppure come simbolo per la pace e la prosperità dei popoli.

Vernissage
domenica 14 ottobre 2012
ore 18.00
presso ERGO Art Lab
Via alla Campagna 22
Lugano

Orari:
lun-ve 16.00- 20.00; sa 09.00- 12.00
Ingresso libero

Collaborazione:
Evian Centre of Arts
Comunità Ellenica del Canton Ticino

Associazione studentesca ''Il Letterificio'' Università della Svizzera Italiana

Organizzazione :
ERGO Art Lab
Via alla Campagna n.22
Lugano
076.6302796

‘’Terra d’ulivi’’ Lugano

Aspettò ancora sette giorni, poi fece uscire di nuovo dall’arca la colomba, la quale tornò da lui, verso sera; ed ecco, essa aveva nel becco una foglia fresca d’ulivo. Noè comprese allora che le acque erano diminuite sopra la terra.

L’ulivo attraversa in volo i mari per annunciare alla terra la pace, così come queste opere d’arte postale giungono a Lugano dalle più svariate parti del mondo, riducendo al minimo le distanze, superando e annullando i confini geografici e politici. E giungono cariche della sapienza di coloro che le hanno realizzate; non a caso l’ulivo è anche il simbolo della dea Atena (la prima a piantare un ulivo sulla collina dell’Acropoli, secondo la mitologia greca), dea della sapienza, della saggezza, ma anche dell'artigianato, ovvero della sapienza modellata attraverso l’abilità pratica delle arti del fare, proprio come queste piccole opere d'arte postale. La mail art, forma d’arte che utilizza il servizio postale come collegamento tra artista e “spettatore” e costituitasi come vero e proprio movimento artistico soltanto in seno alla pop art (e in particolare con Ray Johnson), ha come peculiarità quella di mettere in comunicazione non solo mittente e destinatario ma di aprirsi alla collettività attraverso l’esposizione delle opere d’arte ricevute. Movimento artistico democratico, dunque, aperto non solo agli artisti già affermati ma anche agli artisti emergenti e a chiunque abbia voglia di partecipare. In questo caso le opere, il cui tema era appunto la “terra d’ulivi”, sono state indirizzate all’ Ergo Art Lab, laboratorio artistico culturale con sede a Lugano ma coordinato da due artisti provenienti da una delle terre d’ulivi per eccellenza, la Grecia. E proprio in Grecia, presso il Centro Culturale di Messapia sull’isola di Eubea, si è svolta la prima delle mostre di “Terra d’ulivi” lo scorso luglio, con il patrocinio del comune di Dirfys – Messapia. Le opere sono poi rimaste sulle sponde del Mediterraneo, esposte lo scorso settembre a Monastir, in Tunisia, nell’ambito del 10° festival internazionale d’arte di Monastir. La terza mostra, che è stata inserita tra gli eventi del Mese della Cultura 2012 organizzati dalla Città di Lugano avrà luogo in una terra che sta reinserendo la coltivazione degli ulivi proprio in questi anni (si pensi ai sentieri di Gandria, sulle rive del Ceresio) e che, posizionata a metà strada tra il Mediterraneo e il Nord Europa, funge da punto d’incontro tra le civiltà, luogo di scambio dei saperi e delle arti, dove le lingue si mescolano in un comune sforzo di superamento delle barriere non solo culturali nel nome dell’arte e della cultura.                                                                                                                             
Lugano 18.9.2012
Sara Sermini
Associazione studentesca ''Il Letterificio''  Università della Svizzera Italiana

`` ELAIS, SPERMO, OINOS / Olio, grano,vino``

Elais, spermo e oino, erano figlie di Anios che a sua volta era figlio di Dionisso e Ariane. I lori nomi nella lingua greca sono relativi ai  tre principali prodotti (sacri) della terra greca (olio, grano-cereali e vino).

Erano nate in una piccola isola dell ègeo, Delos.. Le hanno chiamate (Oinotropoi o Oinoforoi) Il loro nonno Dionisso le aveva fatto un grande e unico regalo. Avere quando desideravano olio, vino e grano.

La leggenda considera l àlbero di Ulivo come regalo della dea Atena,dea della sapienza e protettrice di Atene che ha donato alla città dopo aver vinto la ditriba con il dio del mare Posseidone. Antiche monete ateniesi si rappresentano con la civeta, la corona ed un ramo d`olivo. Considerato albero sacro ed eterno.

Simpolismo. Albero dela pace. Nelle cerimonie antiche, purificazioni espiazioni, mostrano che l`olivo è l`albero del bene. L`olio da ardere è la fonte più antica di luce. Nell Antico Testamento è l`albero della speranza portato dalla  colomba nell`arca di Noe per mostrare che la tempesta è finita. Nella tradizione greca è l`albero della pace. Eirene stessa (figlia di Zeus e di Tetide) si rapresentava con un ramo d`olivo in mano. I messaggeri di pace dopo le tregue durante le guerre,tenevano in mano un ramo d`olivo (sacralità delle intensioni per la pace).

L`olivo e l`olio nel culto. Per la percezione cristiana è medicina del corpo e dell`anima. Nelle cerimonie sepolcrali, nel battesmo, feste della raccolta, per la domenica delle palme.

Divinizzati gruppi d`adorazione di Creta i Kourites e i Daktyli di Ida, sono quelli secondo la leggenta antica che diffondono l`olivo nel territorio greco. Questi demoni bonari erano considerati dai cretesi dell`epoca romana dei benefatori importanti dell`umanità.Li ritenevano inventori d`arte e di oggetti. Scultori, fabbricatori di metallie medici, inventori dell`apicoltura, dell`allevamento del bestiama delle armi da caccia(arco), del ballo (rituale) del tampuro ecc. Uno di loro(Ercole di Creta) aveva piantato per la prima vota un olivo selvatico a Olimpia Lui e`stato l`inventore dello sport ed il fondatore dei gochi olimpici. Aveva portato i suoi fratelli (Paeoneos, Epimedes, Iasios e Idas) a correre. In seguito, ha incoronato il vincitore in questa prima gara podistica con il ramo d`olivo selvatico di Olimpia. Cosi tutti i vincitori in seguito nevinano premiati con questo ramo carico di forza morale per `` un riccordo bellissimo di chi vince ai giochi di Olimpia``

Ai nostri tempi è a tutti arcinoto che l`olio d`oliva è considerato responsabile per la buona saluta,e la longevità degli uomini che lo consumano. La dieta Cretese con principale elemento l`olio di oliva ha dimostrato in molti studi la sua bontà sul sistema cardiocircolatorio.

Olio,grano,vino .i tre elementi sacri e cardinali per il nutrimento dello spirito del corpo e dell`animo che queste nostre terre dell`olivo ci concedono generosamente.``

Savosa 15.9.2012 
Stavros Rantas
Presidente della Comunità Ellenica del Canton Ticino
La fonte dell articolo risulta``La civiltà dell`Olivo`` 
di Nikos e maria Psilakis
Grazie a tutti per le vostre numerose partecipazioni

Achille de Moewald FRANCIA, Adamo Modesto ITALY, Afet Yayla TURKEY, Ahmed Senbel EGYPT, Alejandro Thornton ARGENTINA, Alexander Limarev RUSSIA, Alla Parsons USA, Anna Durma GREECE,  Andrew Maximilian Niss GERMANY, Ania Swoboda ITALY, Anja Mattila Tolvanen FINLAND, Anna Maria Lagou GREECE, Anny Ferrario ITALY, Ayla Gedik TURKEY, Aynur Fidan TURKEY, Ayotte Yves CANADA, Ayse Sidika Ugur TURKEY, Ayse Yliha Kement TURKEY, Aysu Gunay TURKEY, Ayşen Bilgi TURKEY, Bartolome Ferrando SPAIN, Beatriz Albuquerque PORTUGAL, Berna Kiziltan TURKEY, Bruno Cassaglia ITALY, Canan Yamez TURKEY, Candeger Yilmaz TURKEY, Carlier Yolaine FRANCE, Carlo Iacomucci ITALY, Carlo Maria Giudici ITALY, Carmela Corsitto ITALY, Carmela Rizzuto USA, Carolina Busquets Sanhueza CHILE, Cecilia Bossi ITALY, Cem Demir TURKEY, Chantal Tahiti FRANCE, Chrisostomos Zarkadas GREECE, Christine Newkirk USA, Chrysoula Skepetzi GREECE, Claudio Grandinetti ITALY, Claudio Romeo ITALY, Connie Jean USA, Costas Sachos GREECE, Càtàlin Alexandru Chifan ROMANIA, Daniel Daligand FRANCE, Daniel de Culla SPAIN, Daniele Principe ITALY, Dariusz Przewiezlikowski POLAND, Darko Vulic SWITZERLAND, David Mohallatee USA, Dimitra Spiridaki GREECE, Dimitris Kapogiannis GERMANY, Domeniki Oikonomou GREECE, Donata Pettenon ITALY, Dr. Klaus Groh GERMANY, Dilena Iliopoulou GREECE, Dragan Jukic GERMANY, Dragana Dodig SERBIA MONTENEGRO, Ebru Yucesoy Bayar TURKEY, Elisa Battistella ITALY, Elisabeth Flechtner GERMANY, Evi Papadima GREECE, Evie Satijadi -Toni Antonius INDONESIA, Evmorfia Ghika Rachouti GREECE, Elena Baxevani GREECE, Fanis Rachoutis GREECE, Feder Suzan Kudsioglu TURKEY, Fedra Rachouti GREECE, Firdes Arkan TURKEY, Fotini Hamidieli GREECE, Francesco Cucci ITALY, Funda Alkan Cumbul TURKEY, Georgeta Gheorghiu ROMANIA, Georgios Aspiotis GREECE, Georgios Belias GREECE, Georgios Friganiotis GREECE, Gianluca Murasecchi ITALY, Giota Raitsou GREECE, Giovanni and Renata StraDA ITALY, Gresyk Tryna UKRAINE, Guido Capuano ITALY, Gulay Alsoy TURKEY, guroga VENEZUELA, Gülseren Güvenilir TURKEY, Helder Coelho Dias PORTUGAL, Henning Mittendorf GERMANY, Herve Alexandre FRANCE, Hugo Pontes BRASIL, Hulya Kuloglu TURKEY, Hulya Yalcin TURKEY, Husniye Ceylan TURKEY, Inez Olude Da Silva BELGIUM, Jaromir Svozilik NORWAY, Jmed Rokbani Tunis, John Jennings IRELAND, John M. Bennett USA, Judy Skolnic USA, Kali Mavromati GREECE, Karen Wood USA, Katerina Attalidou CYPRUS, Katerina Nikoltsou GREECE, Katerina Grygoriou GREECE, Keiichi Nakamura JAPAN, Kleoniki Ntasiou GREECE, Kommissar Hjuler-Mama Baer GERMANY, Kostas Pagomenos GREECE, Kountouri Georgia GREECE, Kristina Pantelic SPAIN, Lale Temelkuran TURKEY, Lamberto Caravita ITALY, Larisa Belima RUSSIA, Lutz Beeke GERMANY, Maggi Ruggero ITALY, Manfred Heinze GERMANY, Marek Glowacki POLAND, Maria Papantoni GREECE, Maria Sfiniadaki GREECE, Maria Spyrou GREECE, Mariano Bellarosa ITALIA, Marijana Oro SERBIA, Marina Dovrou GREECE, Marina Papastamou GREECE, Marina Valli GREECE, Mariya Churkina RUSSIA, Mathias Brugger GERMANY, Maura Di Giulio ITALY, Maurizio Follin ITALY, Mauro Gentile ITALY, Michalis Bochtis GREECE, Michalis Kotsaris GREECE, Michel Della Vedova FRANCE, Miguel Jimenez El Tailler de Zenon SPAIN, Mirta Caccaro ITALY, Monika Schiwy GERMANY, Monika Schiwy GERMANY, Mustafa Haykir TURKEY, Nanou Camut FRANCE, Naun Onen TURKEY, Nejib Rokbani TUNIS, Nestos Barsakis GREECE, Niklas Heed SWEDEN, Nikolaos Rachoutis GREECE, Nikoleta Kova GREECE, Nikos Kyritsis GREECE, Nilgun Ermis TURKEY, Nina Bondarenko UKRAINE, Nuray Ipek TURKEY, Olivia RUSSIA, Osvaldo Miguel Morales Barraza CHILE, Panagiota Iliadi GREECE, Panagiota Kapogianni GERMANY, Panagiota Panagiotopoulou GREECE, Paola Baldassini ITALY, Paola Rivabene ITALY, Paraskevi Panagiotou GREECE, Paul Tiilila FINLAND, Pedro Bericat SPAIN, Pelihan Duran TURKEY, Periklis Kostopoulos GREECE, Piero Barducci ITALY, Pietro Romano Matarrese ITALY, PLANER RUSSIA, Reid Wood USA, Remy Penard FRANCE, Roberto Keppler BRASIL, Roberto Scala ITALY, Roland Halbritter GERMANY, Rosanna Veronesi ITALY, Rossella Ricci ITALY, Roula Akriotou GREECE, Ryosuke Cohen JAPAN, Saba Ugurtan TURKEY, Sabela Banà SPAIN, Sabiha Yilmaz TURKEY, Salvatore Starace ITALY, Sanda Serim TURKEY, Serse Luigetti ITALY, Sezen Okur TURKEY, Silvano Pertone ITALY, Simon Warren UK, Slav2 RUSSIA, Stamatia Tsantaki GREECE, Stephanie Turnbull UK, Svetlana Zhuravleva RUSSIA, Süreyya Uyan TURKEY, TICTAC GERMANY, Tiziana Baracchi ITALY, Tonino Sorrentino ITALY, Tulay Moral TURKEY, Valentine Mark Herman FRANCE, Vasiliki Roga GREECE, Vevil Caylak TURKEY, Wittwulf Y Malik GERMANY, Xanthi Ghika Iliadi GREECE, Yeşim Göktepe TURKEY, Yuriy Bodnar UKRAINE, Zeugaridou Emmanouela GREECE

Nessun commento:

Posta un commento